AKSÌA CAPITAL V - IN PORTAFOGLIO

PRIMO GROUP

Primo è un Gruppo Italiano leader nel mercato delle cliniche dentistiche e dei poliambulatori, nato dall’aggregazione di Primo Group ed Oasi Medica per riunire una vasta gamma di servizi, una maggiore presenza territoriale, competenze complementari ed importanti sinergie. Il Gruppo è caratterizzato da elevati standard qualitativi, un chiaro posizionamento di fascia alta tra le catene dentistiche Italiane, primarie location su strada ed un efficienza operativa basata sul laboratorio interno e sull'integrazione tecnologica. A dicembre 2019, il gruppo conta più di 90 cliniche.

CAREDENT

CareDent è un network di cliniche dentali il cui brand è nato in Spagna nel 2004 e che successivamente ha sviluppato il marchio globalmente tramite il canale di franchising. La Società è entrata nel mercato italiano nel 2009 ed oggi è il terzo player con 65 cliniche (sia di proprietà sia in franchising). Dato il suo modello di business flessibile, la Società può sfruttare il canale franchising quando i partner locali assicurano la selezione di una locazione migliore grazie a una maggiore conoscenza dell’area. Le location tipiche di CareDent sono medie-grandi città e centri commerciali con almeno 20,000 abitanti, limitata o nessuna competizione da altre catene e spesa dentale pro-capite maggiore della media nazionale.

Settore: Medicale/cliniche dentali

Anno investimento: 2019

Tipo investimento: LBO (Primo) + POC (CareDent) - Previsione di fusione nel 2021
Quota: controllo
Classe fatturato (€M): >70
Sede: Torino
Website: www.centridentisticiprimo.it - oasimedica.com - www.care-dent.it

Value creation: Aksìa Group, tramite la fusione tra Primo Group, Oasi Medica e Caredent, ha creato il secondo più grande player (più di 150 cliniche) nel mercato italiano delle cliniche dentali ed il primo gruppo italiano ad iniziare un’estensione del marchio verso i poliambulatori. Inoltre, la combinazione permetterà di: (i) estendere il brand in tutta Italia, (ii) creare un best-in-class management team, (iii) migliorare i processi con diretto impatto sulle performance e sulla sostenibilità di lungo termine e (iv) generare forti sinergie sia in termini di costi centrali (es. headquarter e ottimizzazione del team) sia in termini di marginalità grazie alle economie di scale derivanti dai laboratori e dall’approvvigionamento.